Locandina 1

IO M’EDITO, TU MEDITA


Autoeditoria al Salone della Pace


Venezia - “Un approccio nuovissimo, quello dell’autoeditoria, cioè dell’autore/autrice che governa il processo editoriale”: è la via intrapresa dalle promotrici dell’incontro “Io m’edito, tu medita”, Antonella Barina e Claudia Vio, autoeditrici, tenuto al Salone dell’Editoria della Pace (13-15 ottobre 2007) presso l’Archivio di Stato di Venezia.


   “La grande editoria seleziona gli autori principalmente in base a criteri di appeal commerciale – affermano – noi pratichiamo un’editoria che fa una scelta esclusivamente culturale, fondata sulla necessità di scrittura”. “Comunicare davvero fa bene e funziona”, sottotitolo dell’incontro, introdotto dalla musicologa Alessandra Pagan, è il filo conduttore proposto dalle due autrici, responsabili rispettivamente della rivista di poesia “Edizione dell’Autrice” e della casa editrice Unica Edizioni.



   In particolare, in “Edizione dell’Autrice” Antonella Barina pubblica, adesso anche on-line in www.edizionedellautrice.it, la propria produzione poetica con titoli che finora vanno da “MestreNiente” (n.1) a “Turning – Le città della Luna” (n.16). In Unica Edizioni Claudia Vio ha pubblicato la raccolta di racconti “La Vocazione delle Donne” e gli estratti di diversi interventi sull’autoeditoria.

Ma cos’è l’autoeditoria?

“È la libertà di gestire in prima persona l’intero processo di produzione e diffusione della propria opera, dalla scelta delle immagini che accompagnano i testi alla veste tipografica – precisano – fino alla sua circolazione”. In altre parole, è “tutto ciò che l’industria della carta stampata chiama strategia editoriale” e che un intrigante graffito apparso sui muri di Parigi proclama come: “Io m’edito, tu medita”. (Venezia, 14/10/2007)


Venezia, Archivio di Stato (foto Ed.d’A.)
Salone della Pace, Edizione dell’Autrice (foto Ed.d’A.)
IO M’EDITO TU MEDITA, a sinistra Antonella Barina (foto Ed.d’A.)
Il chiostro (foto Ed.d’A.)
IO M’EDITO TU MEDITA, Alessandra Pagan (foto Ed.d’A.)
Il pozzo (foto Ed.d’A.)
IO MEDITO TU MEDITA, a destra Claudia Vio (foto Ed.d’A.)

Ritorno